Se pur l’obiettivo primario di un dentista sia il mantenimento di una bocca sana del proprio paziente, evitando il più possibile estrazioni dentarie tranne in caso di infezioni o carie profonde o malattie parodontali, talvolta sono necessarie anche se si tratta di denti sani.

Stiamo parlando in particolare dei denti del giudizio che se non hanno la possibilità di uscire per mancanza di spazio, provocano:

Fin dall’adolescenza si consiglia di controllare la posizione dei denti del giudizio con una radiografia, soprattutto dopo una terapia ortodontica, poichè entro i 18-20 anni non si sono formate ancora le radici e di conseguenza l’ eventuale estrazione risulterà meno complicata e la guarigione sarà più veloce.

Avrò dei problemi dopo l’estrazione?

I sintomi saranno di intensità diversa a seconda della difficoltà dell’estrazione.

Dolore, sanguinamento e gonfiore saranno normali, ma  molto limitati se si inizia l’assunzione di un antibiotico prima dell’intervento  e se successivamente si seguiranno con precisione le istruzioni del vostro dentista.

Come comportarsi dopo l’estrazione?

Cosa fare se continua a sanguinare?


E i giorni successivi?

In caso di anomalie contattate lo Studio Odontoiatrico Raffoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.